LAVORO

Fondo Sanedil: aggiunte nuove garanzie
30 Novembre 2020 

La lettera circolare n. 41/2020, del 27 novembre, emanata da CNCE e Sanedil, ha per oggetto “Nuove garanzie Test sierologici e Tamponi - Istruzioni operative Sanedil – 1° dicembre 2020– 30 giugno 2021”.

I due Enti informano le Casse Edili ed Edilcasse che, sulla base di quanto convenuto con la compagnia assicurativa Unisalute, dal prossimo 1° dicembre 2020 e fino al 30 giugno 2021, il Fondo Sanedil aggiunge alle garanzie Covid 19 due ulteriori prestazioni funzionali al contenimento dell’emergenza sanitaria attuale:

  • “Test sierologico quantitativo per la ricerca degli anticorpi anti-sars-cov-2”;
  • “Tampone a seguito di test sierologico positivo”.

Per entrambe le suddette prestazioni non sono previsti costi a carico dei lavoratori iscritti e, pertanto, per la modalità in rete la prestazione erogata verrà liquidata direttamente da Sanedil/Unisalute alle strutture convenzionate, senza applicazione di alcuno scoperto o franchigia.

Per la modalità rimborsuale, prevista nel solo caso in cui il lavoratore iscritto sia domiciliato/residente in una provincia priva di strutture sanitarie convenzionate, il rimborso verrà effettuato senza applicazione di alcuno scoperto o franchigia.

Nella lettera vengono, pertanto, fornite alle Casse Edili ed EdilCasse le indicazioni operative per attivare le due nuove garanzie.

a. “Test sierologico quantitativo IGG Test sierologico quantitativo IGG Test sierologico quantitativo IGG- IGM”

Per l’attivazione di tale garanzia, sia nella modalità in rete che rimborsuale, non è necessaria la prescrizione medica, salvo diverse disposizioni impartite a livello regionale.

 

Modalità in rete con strutture convenzionate

Per poter effettuare il Test sarà necessario per il lavoratore iscritto consultare l’elenco delle strutture convenzionate abilitate per il test sierologico (scaricabile dal sito Sanedil cliccando sull’apposito banner dedicato all’iniziativa), individuare la struttura, contattare telefonicamente il centro scelto per prenotare in autonomia l’appuntamento ed infine, per il tramite della Cassa Edile/EdilCassa di riferimento, indicare a Unisalute tramite il modulo appositamente predisposto, la struttura convenzionata, la data e l’orario dell’appuntamento .

La Cassa procederà ad inoltrare ad Unisalute la richiesta di prestazione tramite procedura di PRENOTAZIONE COMPLETA (IL MODULO NON DOVRA’ ESSERE INVIATO MA TRATTENUTO DALLA CASSA).

Unisalute provvederà successivamente ad inviare l’autorizzazione alla struttura.

 

Modalità rimborsuale

Nel solo caso in cui il lavoratore iscritto fosse domiciliato/residente in una provincia priva di strutture sanitarie convenzionate, potrà scegliere di eseguire la prestazione in un qualsiasi centro di sua preferenza, nella sua provincia di residenza/domicilio e inviare successivamente la richiesta di rimborso, per il tramite della Cassa Edile/EdilCassa di riferimento, alla casella di posta elettronica  sierologicotamponecovid19@unisalute.it, allegando il modulo di richiesta rimborso (scaricabile dal sito di Sanedil cliccando sul banner dedicato all’iniziativa) e la seguente documentazione:

  • fattura del test sierologico quantitativo.

 b. Tampone naso faringeo per la ricerca RNA virale post sierologico. Solo nel caso in cui il test di cui alla precedente lett. a) risultasse positivo

Per l’attivazione di tale garanzia, sia nella modalità in rete che rimborsuale, è necessaria la prescrizione del medico di base o dello specialista, salvo diverse disposizioni impartite a livello regionale.

 

Modalità in rete con strutture convenzionate

Per poter effettuare il Tampone sarà necessario per il lavoratore iscritto consultare l’elenco dei centri che effettuano il tampone (elenco consultabile dal sito di Sanedil cliccando sul banner dedicato all’iniziativa), contattare direttamente la struttura per prenotare in autonomia l’appuntamento e infine, per il tramite della Cassa Edile/EdilCassa di riferimento, inviare compilato alla casella di posta elettronica sierologicotamponecovid19@unisalute.it il “Modulo Autorizzazione Tampone post sierologico” (scaricabile dal sito di Sanedil cliccando sul banner dedicato all’iniziativa) a cui deve essere allegato il referto della positività al test sierologico. La prescrizione del medico di base o dello specialista dovrà essere consegnata alla struttura il giorno dell’appuntamento.

In caso di positività al TAMPONE l’assicurato avrà diritto ad effettuare un ulteriore TAMPONE/I secondo le tempistiche stabilite dal medico curante per verificare la guarigione.

Per l’attivazione dei TAMPONI successivi al primo è necessario seguire nuovamente la procedura sopra descritta.

Sarà necessario inviare il referto della positività al precedente tampone e consegnare alla struttura la nuova prescrizione del medico di base o dello specialista.

 

Modalità rimborsuale

Nel solo caso in cui il lavoratore iscritto fosse domiciliato in una provincia priva di strutture sanitarie convenzionate, potrà scegliere di eseguire la prestazione in un qualsiasi centro di sua preferenza nella sua provincia di residenza/domicilio e inviare successivamente la richiesta di rimborso, per il tramite della Cassa Edile/EdilCassa di riferimento, alla casella di posta elettronica sierologicotamponecovid19@unisalute.it, allegando il modulo di richiesta rimborso (scaricabile dal sito di Sanedil cliccando sul banner dedicato all’iniziativa) e la seguente documentazione:

  • fattura del tampone
  • prescrizione del medico di base o dello specialista
  • referto della positività al test sierologico o il referto della positività al precedente tampone.

 

Con la nota in oggetto gli Enti raccomandano alle Casse Edili ed EdilCasse di effettuare, preventivamente all’attivazione delle garanzie in oggetto, le verifiche previste in ordine alla copertura assicurativa dell’iscritto, richiedendo, altresì, allo stesso copia dell’attestazione di servizio.